Abbazia di Sant’Urbano

Consacrata nel 1086, ma risalente a prima dell’anno Mille, fu ricostruita nel XIII secolo. All’inizio del XV sec. iniziò la sua decadenza che la spinse nel 1442 ad unirsi all’Abbazia di Valdicastro, tenuta dai Camaldolesi, che se ne occuparono fino al 1810.


Storia
L’Abazia di Sant’Urbano sorge in mezzo ad un bellissimo prato verde in aperta campagna a circa 10 km di distanza dal centro del paese; dei motivi della costruzione poco sappiamo, ma conosciamo la data della consacrazione avvenuta nell’anno 1086 da parte di Ugone Vescovo di Camerino. Durante uno degli scontri con le bande armate apiresi la chiesa originaria venne in gran parte bruciata ma dopo la metà del XIII secolo venne rinnovata e ampliata. All'inizio del XV secolo iniziò la sua decadenza, che la spinse nel 1442 a unirsi all'abbazia di Valdicastro, col benestare del papa Eugenio IV. Da allora i camaldolesi ressero l'abbazia fino al 1810: in quell'anno divenne proprietà privata.
Architettura
L'edificio ha uno stile romano-gotico ed è il risultato della ricostruzione avvenuta nel XIII secolo. E' costruito in blocchetti di pietra e l'elemento maggiormente rilevante all'esterno è il complesso absidale, composto da ben 3 absidi di cui una grande semicircolare centrale e due laterali più piccole, anch'esse semicircolari. Il corpo della navata centrale è più alto e si alza ancora di più in corrispondenza del presbiterio. Le aperture sono tutte tipicamente romaniche. Il portale d'ingresso, lavorato, è di modeste dimensioni ed immette nell'atrio che è a pianta quadrata e coperto a crociera; la particolarità dell’Abbazia è che questa zona anteriore della chiesa è nettamente separata dal presbiterio per mezzo di un muro trasversale; il presbiterio a sua volta, potrebbe costituire una chiesa a sé vista la sua ampiezza e la struttura a tre navate. Nella parte inferiore troviamo delle cripte, una maggiore centrale e due piccole laterali; nell’abbazia è possibile ammirare anche una serie di affreschi dell’epoca; l'altare posto davanti alla piccola abside della cripta, risale al 1140.

Informazioni

Nome della tabella
Indirizzo Sulla strada di Poggio S. Vicino
Proprietà privata
Costruzione Prima dell'anno 1000

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Apiro dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Credits | Privacy | Note legali